“Through my Window”. Il fotografo coreano Ahae a Venezia

di Elisabetta Spinelli

"Airone cinerino su albero di Paulonia" di Ahae (courtesy of alinari.it)

Through my Window” mostra di 114 scatti del coreano Ahae (che nella lingua del suo paese significa bambino).

La natura vista dalla finestra: Ahae ha scattato le fotografie dalla stessa finestra per due anni. Lo scopo: fermare ogni attimo del paesaggio che cambia al cambiare della luce e delle stagioni. Di fotografie l’artista ne ha scattate oltre un milione in due anni, immortalando attimi di paesaggio, dal sorgere del sole fino al tramonto, nelle diverse stagioni dell’anno. E le ha scattate unicamente dalla finestra del suo studio in Corea del Sud dove, in inverno, non c’è il riscaldamento e, in estate, manca l’aria condizionata.

Ahae ha ritratto il paesaggio e i vari animali che lo popolano, fissando momenti irripetibili. E lo stesso paesaggio, fotografato durante momenti diversi della giornata, stagioni diverse, climi diversi, risulta esprimere emozioni a volte opposte e contrastanti. Lo spettacolo della natura ci lascia senza fiato e ci accompagna alla riflessione sulla tutela dell’ambiente. Le foto non subiscono nessun alterazione o ritaglio. Il tutto per preservare la natura, davanti e dietro l’obiettivo.

Fino al 24 aprile ai Magazzini del Sale di Venezia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Connect with Facebook