I primi 100 anni di Nikon

Il logo del centenario Nikon

Il logo del centenario Nikon

di Antonio Lo Torto

Sono 100 gli anni che compirà, nel prossimo luglio, uno dei brand imaging più famosi del mondo. Con una serie di iniziative, infatti, Nikon ha deciso di celebrare il suo centenario in grande stile.

Attualmente conosciuta perlopiù grazie alla produzione di macchine fotografiche, in realtà si tratta di un’azienda molto attiva anche in altri mercati, come quello dei microscopi e degli strumenti di misura indirizzati all’ambito scientifico, industriale, medico e della ricerca.

Come riportato dal sito webnews.it, “per festeggiare la ricorrenza è stato realizzato un logo del tutto inedito, come visibile nell’immagine di apertura, un sito Web dedicato e il cortometraggio in streaming di seguito. Nel mese di luglio, il presidente Kazuo Ushida parteciperà all’evento di celebrazione ufficiale, ripercorrendo i momenti più importanti del secolo trascorso e tracciando il solco da percorrere per gli sviluppi futuri”.

Recita wikipedia: “La società nacque nel 1917, con il nome Nippon Kogaku Kogyo (日本光學工業株式會社 Nippon Kōgaku Kōgyō Kabushikigaisha), dall’unione di due società del settore ottico. La società si specializzò nella costruzione di lenti e strumenti di precisione per fotocamere, binocoli, microscopi e strumenti di rilevazione. Nel primo periodo, nel settore fotografico la Nippon Kōgaku (“ottica giapponese”) non produceva fotocamere, mentre era specializzata nella realizzazione di obiettivi fotografici, i Nikkor. Nel decennio che andò da 1937 al ’47, fu avviato un rapporto di collaborazione con la Seiki-Kogaku Kenkyusho (Precision Optical Instruments Laboratory) che poi avrebbe assunto il nome di Canon Ink. Quest’ultima, allora, produceva solo i corpi macchina. Dieci anni dopo Nippon-Kogaku mise in commercio la Nikon”.

Forse non tutti sanno che il mercato delle ottiche giapponesi (e tedesche, leggi: “Carl Zeiss”), ebbe un enorme sviluppo negli anni della Seconda Guerra Mondiale a causa di un quiproquo dei sevizi segreti… le spie nipponiche, infatti, ebbero sentore di un sistema di rilevazione molto efficace che gli americani stavano mettendo a punto, in grado di “vedere di notte” e capace di raggiungere distanze molto elevate anche in condizioni di visibilità particolarmente scarse. Si trattava… del Radar, ma i giapponesi, erroneamente, dedicarono i loro sforzi allo sviluppo dei sistemi ottici, pensando che di questo si trattasse! Vabbè, sia come sia, non tutti i mali vengono per nuocere e, nonostante il tracollo bellico, la leadership di mercato oggi è ancora saldamente nelle loro mani, proprio grazie a quegli anni di duro lavoro dedicati allo sviluppo di lenti e obiettivi… così è la vita.

Buon compleanno Nikon

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Connect with Facebook