Photoshow 2012. Ma ne vale la pena?

di Antonio Lo Torto

Il logo della manifestazione (fonte: Internet)

30 marzo 2012: oggi inizia il Photoshow 2012.

E’ una manifestazione che si svolge ad anni alterni a Roma (anni pari) e a Milano (dispari). La prima edizione si tenne nel 2000 a Roma e, quest’anno, è ancora il turno della Capitale. Ci sono stato diverse volte e nel 2002 (0 2003?! non mi ricordo esattamente) sono stato pure premiato dalla Epson per il concorso Epson Photoprint (la foto è quella qui sotto, “orme nella neve“. Un’Agfa Scala digitalizzata e stampata con una SP R1800). Ma ormai è passato tanto tempo.

Mi riferirò a quanto pervenutoci direttamente nel comunicato stampa: “Presso i padiglioni 11 e 13 della Fiera di Roma i visitatori avranno a disposizione la più grande vetrina di prodotti presentati dai maggiori player del comparto, ma anche un calendario denso di appuntamenti, tra workshop, laboratori, seminari, live-set, mostre, contest, premi e occasioni di svago“. Diciamo di sì, che è più o meno così. Poi continua: “Nonostante la congiuntura economica e il perpetrarsi delle difficoltà economiche su scala internazionale, i numeri della scorsa edizione milanese (65.000 visitatori, +2% rispetto alla precedente edizione milanese del 2009) ben fotografano il gradimento del pubblico di operatori e visitatori, che ritengono Photoshow un’occasione imprescindibile di incontro e confronto“. E su questo sono un po’ meno d’accordo.

"Orme nella neve" la foto vincitrice del concorso Epson Photoprint sez. B/N (ph.: A. LoTorto)

L’ultima volta che ho partecipato dev’essere stato proprio il 2009 e il ricordo che mi rimane è alquanto deludente. Ancora non versavamo nella penuria economica di questi ultimi tempi, ma gli effetti della crisi cominciavano a farsi sentire. Eccome. Detto tra noi (ma non raccontatelo a nessuno) il motivo dell’incremento di pubblico dell’anno scorso è dovuto al fatto che gli organizzatori, non sapendo più che pesci pigliare per fare numeri, hanno introdotto la novità della preregistrazione sul sito della manifestazione con conseguente ingresso ridottissimo a 1 euro soltanto (altrimenti il costo del biglietto “intero” sarebbe stato di 8 euro o poco meno) e hanno pubblicizzato la cosa inviando  l’invito alla fiera praticamente a tutti, operatori e non.

In ogni caso, il livello complessivo si manteneva decisamente sottotono: gli stessi stands di Nikon, Canon e altri colossi del settore nulla avevano a che vedere con quelli messi in piedi dalle stesse case in altre manifestazioni di carattere decisamente più internazionale (leggi: il grandioso Photokina di Colonia, davvero il primo evento a livello mondiale per quanto riguarda la fotografia).

Ecco il "visual" del Photoshow 2012 diffuso dall'organizzazione

Se volete trascorrere qualche ora in mezzo alla ressa (i padiglioni della struttura fieristica non sono mai abbastanza grandi per ospitare adeguatamente tutti i visitatori) e vivete a Roma e dintorni allora una salto al Photoshow 2012 fatecelo pure. E’ pur sempre una buona occasione per dare un’occhiata alle novità. Quest’anno, tra l’altro, la tendenza è tutta incentrata sulle nuove digitali 3D e gli organizzatori puntano parecchio su questa recente “diavoleria”. Si legge, infatti, nel comunicato: “L’immagine che caratterizza Photoshow 2012 sintetizza il concept della manifestazione e ne riassume in un solo “flash” le peculiarità: il nuovo visual è infatti una macchina fotografica di pixel in 3D, realizzata con le foto inviate dai fan della Fiera. Tridimensionalità e condivisione sono messe in rilievo come caratteristiche della fotografia moderna, non più statica e solitaria, ma dinamica e coinvolgente, terreno di incontro e di scambio grazie al web e ai social network“. Quante belle parole…

In ogni caso, il mio spassionatissimo consiglio è quello di non perderci troppo tempo. Né, tantomeno, di organizzare una trasferta che superi i 100 km dal luogo di partenza (non me ne vogliano gli organizzatori e i titolari delle strutture ricettive di contorno, come bar e ristoranti della zona). Già tra qualche giorno, nel negozio sotto casa, potrete visionare, con molta più calma e tranquillità, tutto quello che viene presentato alla Fiera di Roma fino a lunedì 2 aprile. Datemi retta.

Il modulo di preregistrazione per l’ingresso a un euro è sempre disponibile (ed è l’attrattiva principale della manifestazione!).

PHOTOSHOW 2012

30 marzo-2 aprile 2012
FIERA DI ROMA – Via Portuense 1645/1647 – Roma. Padiglioni 11-13 – Ingresso Porta Sud
Orari di apertura: venerdì/sabato/domenica 10:00-19:00; lunedì 10:00-16:00

Prezzo d’ingresso: Preregistrati €1,00 – Intero € 8,00
www.photoshow.it
http://www.facebook.com/photoshowitalia 

 

3 Responses to Photoshow 2012. Ma ne vale la pena?

  1. condivido pienamente il pensiero di Antonio, io seguo la manifestazione dall’inizio della professione (era il 1984 e si chiamava SICOF) ed ho visto calare la manifestazione di anno in anno, anche perché oggi le novità non vengono presentate li ma sul web. L’unica cosa, per i dilettanti, può esserci la soddisfazione di fotografare su qualche set ( pochi ultimamente) con modelle professioniste, sarà che lo faccio per lavoro ma la cosa è poco eccitante, anche perché oramai in oggi città vengono organizzati workshop dove con una spesa equivalente (trasferta più spesucce tipo mangiare….) si impara di più e ci si diverte molto ma molto di più. 😉

    • mai letto un articolo così snob…spero che tu fotografi meglio di come scrivi…se no cambia mestiere.dammi retta.

      • Veramente detestabile chi si nasconde dietro gli pseudonimi e sfoga le sue frustrazioni nell’anonimato… come i codardi che ti rigano la macchina con la chiave e poi scappano nell’ombra. Stessa faccia, stessa razza. Cosa c’entra poi confondere il contenuto con lo stile, non lo so proprio.
        “se no cambia mestiere. dammi retta”… grazie del consiglio! Ma chi me lo sta dando? Un grande fotografo? Mah?!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Connect with Facebook