“People”. Alice Springs alla Galleria Sozzani

di Elisabetta Spinelli

Pat Cleveland (ph.: Alice Springs, Parigi 1970 - courtesy of it.paperblog.com)

Carpe diem, così si potrebbe sintetizzare il debutto di “Alice Springs” nel mondo della fotografia. Il suo lavoro dietro l’obiettivo inizia infatti a Parigi nel 1970, quando June Newton, con lo pseudonimo di Alice Springs, sostituisce il marito, il celebre fotografo Helmut Newton, costretto a letto con l’influenza, realizzando, al suo posto, una pubblicità per le sigarette francesi Gitanes. Il ritratto del modello che fuma è l’inizio di una nuova carriera. Negli anni Settanta, Alice Springs riprende numerose campagne pubblicitarie per l’hair stylist francese Jean Louis David; le foto degli annunci pubblicitari a pagina intera vengono pubblicate con il suo nome in rinomate riviste di moda. Nel 1974 viene pubblicata una fotografia di Alice Springs sulla copertina della rivista francese Elle.

La retrospettiva raccoglie per la prima volta 40 anni di lavoro: ritratti, nudi, foto pubblicitarie e di moda. Le sue immagini sono esposte regolarmente presso la Fondazione Helmut Newton di Berlino dal 2005.

Nel corso degli ultimi 40 anni Alice Springs ha ricevuto innumerevoli commissioni di ritratti alcuni dei quali sono divenuti delle vere e proprie icone. L’elenco di artisti, attori e musicisti immortalati da Alice Springs rappresentano un “chi è chi” della scena culturale internazionale contemporanea. Molti di questi ritratti sono realizzati per celebri riviste francesi ed americane, altri sono semplicemente appunti e ricordi di vita privata. Ma Alice Springs non documenta solamente l’aspetto delle celebrità e della gente comune, cattura il loro carisma, la loro aura. Il suo sguardo si concentra soprattutto sui volti delle persone, sulle loro espressioni. In alcuni casi, le sue inquadrature riprendono il soggetto a mezzo busto o di tre quarti, soffermandosi in particolare sulle mani.

Brigitte Nielsen (ph.: Alice Springs, Beverly Hills 1990 - fonte: Internet)

La sua profonda conoscenza della recitazione le permette contemporaneamente di osservare e di penetrare al di sotto dell’apparenza. Questo è particolarmente evidente nei suoi ritratti di coppie nei quali è inscenata perfettamente l’interazione dei protagonisti. Nelle immagini di Alice Springs emerge con delicatezza uno stile fotografico fatto di gentile ironia, in bilico tra distacco e intimità. Nei suoi ritratti così acuti è possibile cogliere un atteggiamento altezzoso accanto ad una naturale sicurezza di sé come pure uno sguardo timido. Le pose drammatiche sono rare ed il processo fotografico avviene senza grandi interventi da parte della fotografa. Le sue immagini sono commenti visivi che interpretano il soggetto fotografato.

Inaugurazione sabato 18 febbraio dalle ore 15.00 alle 20.00

Mostra: dal 18 febbraio al 22 aprile 2012 alla Galleria Carla Sozzani, c.so Como 10, Milano.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Connect with Facebook