11 giugno: Malagatelier 2011 e il primo workshop di clubfotografia.com

Il flyer del workshop il prossimo 11 giugno

Abbiamo deciso d’incominciare in occasione di una festa. Sì, la festa che ogni anno si tiene negli ex-edifici industriali di via Malaga, a Milano: il Malagatelier 2011. Dopo tanti workshops tenuti in giro per il mondo, ma organizzati da altri, ad ALT  questa volta piacerebbe tanto provarci per conto suo (ne facciamo quaranta il prossimo 14 luglio… è anche ora di buttarsi!).

Come l’avventura di clubfotografia.com, iniziata in sordina meno di un anno fa, sta cominciando a dare i suoi primi frutti (10mila accessi mensili e più di 2100 amici su Facebook non sono pochi, viste le nostre limitatissime risorse), abbiamo deciso di metterci in gioco e provare ad incontrare le persone per davvero.

Cosa meglio di un workshop? Forse non proprio, due ore sono soltanto un assaggino… ma un buon test, che ci darà o meno conferma se la strada intrapresa sia quella giusta, oppure no. Ci piacerebbe continuare, in futuro. Organizzarci meglio. Magari assumere anche qualcuno che ci consenta di lavorare con più tranquillità e fare veramente quello per cui siamo qui: spiegare la fotografia. Io sono un tecnico, l’avrete capito (!). Mi piace il risvolto “meccanico” della faccenda e la possibilità di controllare sempre tutto (sarebbe bello!). Ma ci piacerebbe collaborare anche con persone che sanno del senso artistico della fotografia e che sono capaci di spiegarlo anche agli altri. Come si dice? Ah, sì, chi vivrà vedrà! Per ora, limitiamo il nostro apporto a questo mondo, scrivendo per voi che ci leggete. E organizzando il nostro primo workshop.

Abbiamo trattato del tema in un post pubblicato qualche mese fa: Fotografare le persone: il ritratto e i 4 schemi principali con una sola sorgente di luce. Ora vogliamo mostrarvi “come funziona dal vivo”. Se vivete a Milano e avete voglia di conoscerci, penso che questa sia una buona occasione per farlo. Per questioni di spazio (il mio studio non è un’aula magna!) abbiamo dovuto limitare il numero delle presenze soltanto a 12 appassionati, ma se il ritorno sarà gratificante saremo dispostissimi a replicare.

Ragazzi, che altro dirvi? Sicuramente il costo non rappresenta una barriera (35 euro sono davvero il minimo che abbiamo calcolato per coprirci le spese), forse lo è solo la voglia di fare e di correre il rischio d’imparare qualcosa! Scriveteci (info@theredeer.it) e affrettatevi. Verrete richiamati al più presto e vi verranno forniti tutti i ragguagli del caso…

Io vi aspetto. Ciao, ALT

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Connect with Facebook