Libri: gli “anni di piombo” per pochi euro

In estate si riesce anche a trovare il tempo di rileggere qualcosa. Qualche volta.

Dicembre 1978: l'Ayatollah Khomein, il prete che rovesciò una dinastia (diritti riservati Hulton Getty Picture Collection Ltd

Mi è capitato tra le mani un testo illustrato di Nick Yapp, il decano dell’archivio Hulton Getty di Londra, che mi ha riportato indietro di quarant’anni, agli anni ’70.

La “decade dei superuomini e delle superdonne”: madre Teresa di Calcutta, una giovane signora Thatcher, Sylvester Stallone, Mohammed Alì, l’Ayatollah Khomeini. Un’epoca senza compromessi – qualsiasi protagonista sembrava polarizzare l’attenzione su di sé: gli attentati dell’IRA nell’Irlanda dilaniata dalle bombe, il movimento femminista, la fine della guerra in Vietnam, il terrorismo che governava l’Europa e Nadia Comaneci, la bambina rumena delle dieci medaglie olimpiche. E Idi Amin con le teste dei nemici in frigorifero. Sembrano passati mille anni, eppure sono solo quaranta.

Sono immagini anomine: i diritti appartengono integralmente alla Fondazione Hulton Getty e gli autori sono sconosciuti. Eroi del fotogiornalismo moderno che nasceva proprio in quegli “anni di piombo”; maestri d’arte e di cultura.

Un volumetto pubblicato dalla casa editrice tedesca Könemann: un piccolo tesoro per pochissimi euro. Su tutte le bancarelle d’Italia…

Buon Ferragosto a tutti voi, amici miei.

ALT

1971: auto inglese, targa tedesca e abiti italiani per questo modello in erba, firmato House of Jaeger (diritti riservati Hulton Getty Picture Collection Ltd.)

 

1974: orfani a Saigon, in attesa dello shampoo (diritti riservati Hulton Getty Picture Collection Ltd.)

 

Luglio 1979: il reverendo John Kuiper e il suo compagno Roger Hooverman ad una manifestazione per i diritti dei gay a New York City. Fu la prima coppia gay della storia ad ottenere in adozione un figlio (diritti riservati Hulton Getty Picture Collection Ltd.)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Connect with Facebook