La Temperatura Colore (definizione)

This entry is part 1 of 4 in the series La Temperatura Colore

www.theredeer.it, antonio lo torto

Scala Kelvin

Cosa è la Temperatura Colore in fotografia?

Qualsiasi fonte di luce visibile ha un suo colore specifico. La temperatura di questo colore si misura in gradi Kelvin (°K), proprio come si misura il calore in gradi Fahrenheit o Celsius. Ad esempio, la temperatura della luce diurna (daylight) è di 5.500 °K e il suo colore è il blu; quella di una lampadina al filamento di tungsteno è di 3.200 °K, il colore è l’arancione.

Luci Fredde e Luci Calde.

Esistono luci più fredde e luci più calde. Una temperatura colore bassa corrisponde al giallo-arancio; scendendo si passa al rosso e all’infrarosso (che non è visibile all’occhio umano), mentre salendo lungo la scala Kelvin la luce diventa prima bianca, poi azzurra, violetta ed ultravioletta (anche quest’ultima oltre i limiti di percezione dell’occhio umano). Quando nel linguaggio comune si dice che una “luce è calda” in realtà ci si riferisce ad un colore con temperatura colore bassa e viceversa… ” Tale definizione ha una motivazione puramente psicologica, poiché la nostra mente tende ad associare a colori come il rosso o il giallo-arancio l’idea di caldo ed a colori come il bianco o l’azzurro l’idea di freddo“[1]. Dunque: più alto è il valore della temperatura sulla scala, più fredda apparirà la luce al nostro occhio. E viceversa.

Teniamo presente che la scala Kelvin non è proporzionale per cui un mutamento di 1.000 °K a valori di temperatura elevati (verso il blu, per intenderci) comporta piccole variazioni della luce percepita, mentre uno di 100 °K nella zona del rosso modifica più che sensibilmente il colore della luce. La temperatura colore di un cielo coperto varia solitamente tra i 6.000 e gli 8.000°K, mentre quella di un cielo limpido e terso va dagli 8.000 fino ai 12.000°K. Gran parte delle pellicole (per chi si ricorda ancora cosa siano!) registra questo scarto di 6.000°K molto blandamente ma, al limite opposto, la differenza di  400°K tra la luce di una lampadina al tungsteno (3.200°K) e quella di una 100W di uso domestico (2.800°K) determina una decisa variazione dei valori. Una volta avremmo consigliato di utilizzare un termocolorimetro per risolvere questi problemi. Una volta…   (continua)

antonio lo torto, www.theredeer.it

Temperatura Colore (elaboraz. www.theredeer.it)


Series NavigationLa Temperatura Colore (la pellicola) >>

4 Responses to La Temperatura Colore (definizione)

  1. Pingback: La temperatura colore @ Fotosservando

  2. non esistono i °K (o meglio non più), i kelvin non sono gradi ma una unità di misura assoluta, non ha perciò senso parlare di 1800°K ma di 1800 K.

    • chiedo venia! con le unità di misura sono rimasto ai tempi del liceo… allora mi pare proprio che i Kelvin s’indicassero con il circoletto, come una temperatura qualsiasi. Non sono aggiornato… grazie della puntualizzazione Raff e continua a seguirci, ALT

  3. arena salvatore

    in lingua Italiana

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Connect with Facebook