Herbert List, “Mediterraneo”. A Milano

"Capri" di H. List (courtesy of fondazionecapri.org)

di Elisabetta Spinelli

Frammenti d’estate per la selezione del grande autore tedesco (Amburgo nel 1903 – Monaco 1975) che conta 25 stampe provenienti dal prestigioso List Estate di Amburgo.

List dopo aver lavorato per Vogue e Harper’s Bazaar dal 1951 fa parte con Robert Capa, Henri Cartier-Bresson, David Chim Seymour e George Rodger del gruppo dei fotografi dell’agenzia Magnum. L’opera di List in mostra fra antichità e paesaggio, neorealismo e metafisica, è densissima e compatta, anche quando per osservarla si sceglie di concentrarsi su un ordine limitato di soggetti, come accade nel caso di questa mostra, la cui tematica è il Mediterraneo.

Il suo amore per la luce e il mare del mediterraneo, per i suoi paesaggi, i suoi profumi e i colori, per la sua atmosfera lieve e densa, per il senso di profonda libertà che lo ispirava, si rispecchiano in questi poetici scatti. Sono soprattutto al centro e al sud i luoghi che lo attraggono: Roma, cui dedica un libro nel 1955, Napoli, che diventa un’altra pubblicazione monografica nel 1962, e poi la dura bellezza della Sicilia e la luce splendente di Capri. Le opere in mostra ripercorrono il filo dell’esperienza umana e artistica di List.

Un'altra emblematica immagine del maestro (fonte: Internet)

D’altra parte, Herbert List ha ambientato all’interno di quest’area geografica una porzione molto ampia del proprio lavoro, facendo sì che diventasse anch’essa protagonista del proprio immaginario e declinando al suo interno tutti i principali motivi della sua ricerca. In Grecia realizza gran parte delle sue immagini, fra il 1937 e il 1939, spostando poi il centro del suo interesse all’Italia dopo la tragica parentesi della guerra fra il 1950 e il 1961.

Dal 5 ottobre al 19 novembre 2011 allo Spazio Forma di Milano, p.za Tito Lucrezio Caro 1

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Connect with Facebook