“GIVE PEACE ANOTHER CHANCE!” Nella New York di Warhol. ONO Bologna

di Elisabetta Spinelli

© © Fred McDarrah | Estate of Fred W. McDarrah, Warhol & Brillo Boxes, 1964

© © Fred McDarrah | Estate of Fred W. McDarrah, Warhol & Brillo Boxes, 1964

Dalla beat generation di Jack Kerouac a William Burroughs, passando per le nuove stelle musicali come Bon Dylan e Nico dei Velvet Underground, fino all’arrivo di John Lennon e Yoko Ono. Una mostra alla Galleria ONO di Bologna ripercorre gli anni d’oro della Grande Mela attraverso gli scatti di Fred McDarrah e Andrew Maclear, in occasione del trentacinquesimo anniversario della morte di Lennon. ONO arte contemporanea ripercorre dieci anni cruciali per la città di New York, ossia gli anni ’60, che mostrano la rapida evoluzione della cultura popolare in quella che ne fu la sua culla.

La scena dominata all’inizio del decennio dai poeti beat, Kerouac e su tutti Burroughs, venne in breve sdoganata al grande pubblico da Bob Dylan che però già nel 1965 lascia la città e lo scettro del potere all’unico vero re del Pop, Andy Warhol e alla sua Factory fatta di Superstar e rockstar.

Quando John Lennon e Yoko Ono arrivano a New York nel 1969, dopo il loro celebre Bed In di Toronto, la città e il clima sono però completamente cambiati. Warhol, dopo che Valerie Solanas aveva tentato di ucciderlo, non esce più dal suo studio, decretando così la fine di un’epoca, fatta di apparenza e feste dominate dalla cultura pop. Un nuovo carico di istanze artistiche e politiche accoglie Lennon e Yoko Ono che salutano il decennio comprando uno spazio pubblicitario in Time Square dove recitano “WAR IS OVER! If you want it. Happy Christmas from John and Yoko”. Il pacifismo, le lotte per i diritti civili, gli happening e l’”essere” negli anni Settanta si sono sostituiti all’”apparire” warholiano.

La mostra (12 dicembre – 10 gennaio 2016) è composta da 20 fotografie di Fred McDarrah e Andrew Maclear.
ONO Arte Contemporanea, Bologna – via Santa Margherita, 10
TELEFONO PER INFORMAZIONI: +39 051 262465

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Connect with Facebook