Cesare Accetta: “Dietro agli occhi”. Al PAN di Napoli

di Elisabetta Spinelli

Foto di C. Accetta (courtesy of radiof2.unina.it)

Napoli e la sua tradizione teatrale sono le protagoniste della mostra: fotografie e proiezioni video, immagini tratte dall’archivio fotografico di Cesare Accetta, artista della fotografia, che documentano vent’anni di teatro di ricerca, napoletano e non. Dal 1976 – anno della storica rassegna Incontro Situazione 76 al Teatro San Ferdinando, un vero e proprio censimento dei principali gruppi teatrali “di sperimentazione”- fino al 1996.

Attraverso le immagini, la ricostruzione della felice stagione artistica teatrale di ricerca di quegli anni: dal Teatro Alfred Jarry di Mario e Maria Luisa Santella a Spazio Libero di Vittorio Lucariello; dal Play Studio di Arturo Morfino, dal TIN di Michele del Grosso, da Libera Ensemble di Gennaro Vitiello condotto successivamente da Renato Carpentieri e Lello Serao .

Foto di C. Accetta (fonte: Internet)

E ancora: il Teatro/Galleria Toledo di Laura Angiulli; il Teatro Nuovo; il Teatro Studio di Caserta di Toni Servillo; Falso Movimento di Mario Martone; Enzo Moscato; Annibale Ruccello; Teatri Uniti; il teatro- danza di Marianna Troise; il teatro di Remondi e Caporossi; Magazzini Criminali di Federico Tiezzi e Sandro Lombardi; La Gaia Scienza di Giorgio Barberio Corsetti; Leo De Berardinis. La sezione monografica, affettuosamente dedicata al teatro di Antonio Newiller, espressione poetica del Teatro dei Mutamenti, completa il percorso espositivo.

A integrazione della mostra, e in occasione della presentazione del catalogo, sempre al PAN, sarà organizzato un convegno intorno al teatro di ricerca fra gli anni Settanta e Novanta, con la presenza di alcuni dei principali protagonisti dei movimenti artistici di allora e di oggi, nonché di quelle figure critiche anch’esse protagoniste di quel movimento.

Fino al 27 giugno al PANPalazzo delle Arti di Napoli. Via Dei Mille, 60.

Sito del PAN.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Connect with Facebook