La BIENNALE FOTO/INDUSTRIA 2015 di Bologna. Fino all’1 novembre

di Elisabetta Spinelli

David LaChapelle "Land Scape, Castle Rock", 2013 © David LaChapelle, (Courtesy Galerie Daniel Templon Paris/ Brussels

David LaChapelle
“Land Scape, Castle Rock”, 2013 © David LaChapelle, (Courtesy Galerie Daniel Templon Paris/ Brussels

Il mese della Fotografia Industriale a Bologna si articola attorno al concetto di mostrare al grande pubblico il mondo del lavoro, proponendo un dialogo tra la bellezza degli spazi storici e la meraviglia delle immagini fotografiche di artisti internazionali che con il loro occhio e il loro obiettivo hanno saputo cogliere l’essenza della raffigurazione dei processi lavorativi in molteplici e differenti luoghi di produzione.

Il mondo del lavoro in tutte le sue forme e in particolare la produzione industriale dalla creazione al riciclaggio è al centro della seconda edizione della BIENNALE FOTO/INDUSTRIA 2015 di Bologna: 14 esposizioni che si svolgeranno nel mese di ottobre in 12 luoghi simbolo della cultura in città: undici sedi storiche e il MAST. Tutto ad ingresso gratuito.

Le esposizioni si inscrivono in un’alleanza tra la fotografia e lo spettatore, nel senso di far parlare le immagini e accendere un racconto suggestivo sui mestieri e su chi opera. Un viaggio che, restando nella propria città o arrivando da lontano, apre lo sguardo verso mondi produttivi apparentemente diversi, ma non necessariamente di confine.

Accanto ai grandi autori internazionali, la biennale dà spazio a opere recenti di giovani fotografi che si sono misurati nella 4a edizione del concorso GD4PhotoArt. G.D, leader mondiale nel settore delle macchine per il packaging, ha avviato nel 2007 la competizione per promuovere l’attività di giovani autori e creare un fondo di immagini sul lavoro e dare così inizio a quella che è la collezione di fotografia industriale della Fondazione MAST che negli anni si è arricchita già di uno straordinario corpo di alcune migliaia di immagini sul lavoro, contando sulla valente consulenza artistica del curatore Urs Stahel.

Luca Campigotto Arsenale di Venezia, 2000 © Luca Campigotto

Luca Campigotto
Arsenale di Venezia, 2000 © Luca Campigotto

Questa edizione celebra anche una partnership molto salda con le istituzioni che rappresentano la città di Bologna. Assieme alla Fondazione MAST, l’Amministrazione ha colto l’importanza di valorizzare il tessuto industriale dell’area metropolitana e del territorio, con un evento internazionale come la biennale, che apre alla scoperta di luoghi storici e alla cultura della espressione artistica fotografica, per offrire ai visitatori la condivisione di una passione.

Spiega il Sindaco di Bologna, Virginio Merola: “La BIENNALE FOTO/INDUSTRIA si conferma un appuntamento importante per la città, un evento internazionale pensato per valorizzare la cultura industriale e del territorio, alla scoperta di alcuni dei suoi luoghi chiave. Isabella Seràgnoli, attraverso la Fondazione MAST, ci offre la rappresentazione dell’industria e del mondo del lavoro, tramite la fotografia d’autore, cogliendo temi e valori di un universo che caratterizza fortemente il tessuto sociale ed economico della nostra area metropolitana”.

© The Estate of O. Winston Link, courtesy Robert Mann Gallery

© The Estate of O. Winston Link, courtesy Robert Mann Gallery

Ancor più della prima edizione del 2013 – spiega il curatore François Hébel – questa rassegna unica al mondo per la sua capacità di selezionare sguardi e visioni sul lavoro e la produzione, è in realtà un autentico festival internazionale di fotografia offerto dalla Fondazione MAST e dal Comune di Bologna ai visitatori nella cornice eccezionale del centro storico della città e nella riqualificata area periferica dove sorge il MAST. Nel Centro Città nuovi spazi espositivi con Palazzi storici, cappelle barocche e musei, danno modo ai visitatori di accedere a piedi a luoghi di grande interesse e alle loro collezioni, in occasione della visita a FOTO/INDUSTRIA”. “La Biennale Foto/industria di Bologna – conclude François Hébel – crede nella possibilità di estendere il territorio della fotografia industriale a una platea sempre più vasta e di contribuire a una migliore qualità del nostro sguardo”.

Elenco mostre suddivise per tema:

POST-PRODUZIONE:

– David LaChapelle, “PAESAGGIO – LAND SCAPE”
Pinacoteca Nazionale
Via Belle Arti, 56

– Hong Hao, “LE MIE COSE”, “FONDI”
MAMbo, Museo d’Arte Moderna di Bologna
Via Don Minzoni, 14

PRODUZIONE:

– Edward Burtynsky, “PAESAGGIO INDUSTRIALIZZATO”
Palazzo Pepoli Campogrande
Via Castiglione , 7

– O. Winston Link, “NORFOLK AND WESTERN RAILWAYS”
Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna
Casa Saraceni Via Farini, 15

– Luca Campigotto, “LA POESIA DEI GIGANTI”
Spazio Carbonesi
Via de’ Carbonesi, 11

PRODUTTORI:

– Pierre Gonnord, “(ALTRI) LAVORATORI”
Santa Maria della Vita
Via Clavature, 8

– Neal Slavin, “RITRATTI DI GRUPPO”
Spazio Carbonesi
Via de’ Carbonesi, 11

– Gianni Berengo Gardin, “L’UOMO, IL LAVORO, LA MACCHINA”
Fondazione del Monte. Palazzo Paltroni
Via delle Donzelle, 2

PAUSA:

– Kathy Ryan, “OFFICE ROMANCE”
Museo Internazionale e Biblioteca della Musica di Bologna
Strada Maggiore, 34

– Jason Sangik Noh, “BIOGRAFIA DEL CANCRO”
Villa delle Rose
Via Saragozza, 228/230

PRODOTTI:

– Hein Gorny, “LA NUOVA OGGETTIVITÀ E L’INDUSTRIA – PRODOTTI INDUSTRIALI E PROGETTAZIONE D’IMMAGINE NEGLI ANNI 1920-1930 IN GERMANIA”
Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna
Via Castiglione, 8

– Léon Gimpel, “LUCI E LUMINARIE”
Museo di Palazzo Poggi
Via Zamboni, 33

GIOVANI FOTOGRAFI, IV EDIZIONE GD4PHOTOART 2015:

– Marc Roig Blesa, Olanda/Spagna – Raphaël Dallaporta, Francia – Madhuban
Mitra e Manas Bhattacharya, India – Óscar Monzón, Spagna
GD4PHOTOART 2015
MAST Gallery
Via Speranza, 42

COLLEZIONE SAVINA PALMIERI:

– Volumi di Fotografia Industriale
INDUSTRIA ITALIANA DAGLI ALBUM AI LIBRI FOTOGRAFICI
MAST Gallery
Via Speranza, 42

INFORMAZIONI UTILI

BIENNALE FOTO/INDUSTRIA 2015 di Bologna
Quattordici esposizioni in 12 luoghi simbolo della cultura in città
OPENING: 2 ottobre 2015
Sede MAST dal 2 ottobre fino al 10 gennaio 2016
Sedi Centro Storico dal 2 ottobre al 1° novembre 2015
Ingresso alle mostre gratuito
Ufficio Stampa
press@fondazionemast.org
lucia@luciacrespi.it
cristiano.zecchi@comune.bologna.it

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Connect with Facebook