Betta Gancia, “Una luce diversa”. Allo Spazio Forma

di Elisabetta Spinelli

L'inaugurazione della mostra di Betta Gancia allo Spazio Forma (courtesy of fascinatingmoods.blogspot.it)

L’inaugurazione della mostra di Betta Gancia allo Spazio Forma (courtesy of fascinatingmoods.blogspot.it)

Nelle immagini di Betta Gancia il fascino della forma si esprime nelle tracce luminose di atmosfere notturne e silenziose.

Il suo obiettivo coglie l’intensità inedita che si diffonde di notte. Nei suoi scatti, i riflessi caldi e fiochi delle ore serali emergono dalle sorgenti luminose, lasciando che ogni punto di luce si diffonda in raggi o cerchi colorati perfettamente concentrici. Il suo sguardo si posa sulla luce con un approccio semantico, e ne coglie quel carattere di libertà che compone la geometria di un linguaggio fotografico così attraente da sembrare irreale.

Sono scie sospese senza tempo. Intermittenze di luce che provengono dalla strada e confluiscono negli spazi aperti di una percezione visiva, sintetica e seriale, vicina all’idea di una fotografia che riflette sulla fonte primaria della sua stessa natura: la luce. (…) Nei suoi scatti, i riflessi caldi e fiochi delle ore serali emergono dalle sorgenti luminose, lasciando che ogni punto di luce si diffonda in raggi o cerchi colorati perfettamente concentrici. (…)

La locandina della mostra

La locandina della mostra

In mostra, immagine dopo immagine, sarà possibile vedere come lo sguardo di Betta risulta sicuro e mai improvvisato. La serialità e la ripetizione dei soggetti rafforzano l’idea alla base dell’intera sequenza, slegando ogni frammento luminoso dal suo contesto originario. Nell’immaginario di Betta Gancia ogni riflesso si fa bidimensionale, ogni sfumatura diventa un contorno netto, i colori forme geometriche, grazie a continue operazioni di astrazione, distoglie il soggetto dal suo contesto reale fino a non lasciarne alcuna traccia nella rappresentazione figurativa.

Le fotografie di Betta Gancia nascono da ciò che l’immagine istantanea conserva nella memoria e nell’immaginazione di chi osserva il mondo, traducendosi in scie e punti luminosi che vagano all’infinito. Le fotografie di Betta Gancia nascono da ciò che l’immagine istantanea conserva nella memoria e nell’immaginazione di chi osserva il mondo, traducendosi in scie e punti luminosi che vagano all’infinito.

Betta Gancia – “Una luce diversa”
mostra personale
dal 13 novembre al 12 gennaio 2014

Forma – Centro Internazionale di Fotografia
Piazza Tito Lucrezio Caro, 1 – Milano
10:00 – 20:00 chiuso Lunedì-
Ingresso gratuito

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Connect with Facebook